Evoluzione o creazione

Le ricerche attuali collocano l’età del nostro pianeta a circa 4,44 miliardi di anni. Il mondo animale si è adattato al suo ambiente per miliardi di anni, così tante specie si stanno estinguendo e ne stanno emergendo di nuove. Personalmente, penso che la terra e gli esseri viventi non siano una creazione, perché se ci fosse un Dio buono, la vita degli animali e degli uomini sarebbe più amorevole. Basta leggere l’Antico Testamento della Bibbia per capire chi è veramente Dio. (Penso che la Bibbia sia un libro degli antichi filosofi per opprimere l’umanità). Intanto anche la Chiesa cattolica dice che Dio ha usato l’evoluzione a suo vantaggio.

L’uomo è il più complesso di tutti gli esseri sociali, dice Kurt Kotrschal. Responsabile è il cervello umano: altamente sintonizzato, ma anche suscettibile di interferenze. Per il biologo evoluzionista, è chiaro che a un certo punto l’uomo non esisterà più.

Se vogliamo continuare ad avere il privilegio di voler vivere su questo pianeta, non dobbiamo sperare in un Dio vendicativo, noi stessi dobbiamo avere la vita sotto controllo e affidarci al nostro istinto naturale.

25 pensieri riguardo “Evoluzione o creazione

  1. Credo in Dio, ho una Fede di ferro, che mi nutre profondamente, ma l’evoluzione è la sola teoria che posso accettare! Le Scritture sono state create per toccare il cuore e la coscienza di di non sapeva nè leggere nè scrivere e tanti passaggi hanno solo avuto lo scopo di dare luce alla grandezza del Signore.
    Serena notte

    Piace a 1 persona

    1. Cara Carla anche io per anni ho voluto credere in Dio, poi grazie ai testimoni di Geova ho iniziato a leggere nella Bibbia sia nel antico e nel nuovo testamento… Dio nel antico testamento non è un Dio amorevole… a parte tutto questo io ho per me la certezza che Dio e una invenzione… Ma questo non significa che tutti devono pensare come me, anzi e bello di sapere che ci sono ancora persone come te che hanno nel cuore la fede in lui… anche a te una serena notte ♥

      "Mi piace"

      1. Cara Rebecca io Credo senza un perchè reale, è un pò come quando ti innamori di un ragazzo che incontri per strada.
        Amo l’uomo sulla croce e come se fosse umano, litigo con lui e pretendo, mi arrabbio e poi faccio pace.
        Adoro il rispetto che nutri per i pensieri di tutti, dimostri sempre di essere una donna meravigliosa …
        Serena notte

        Piace a 1 persona

      2. Cara Carla, anche io per anni ho fatto le mie conversazioni in privato con Dio, sia nel bene e nel male… ma ultimamente ero più rabbiosa verso lui, e mi sono detto quando un amico mi viene antipatico chiudo l’amicizia per non stressarmi inutilmente e cosi lo ho fatto anche con Dio… Se ora qualcosa non va non devo più incolpare Dio, ma cerco di provare a sistemare le cose come posso… L’essere umano e colpevole di tante miserie che abbiamo sulla terra, e cerca sempre altrove la colpa, ma mai da se stesso…
        Grazie per le tue belle parole, sai se noi tutti ci incontriamo con rispetto e senza pregiudizio sarebbe un passo verso una nuova umanità, che poi magari sarebbe anche capace di volersi bene… ♥

        "Mi piace"

    1. Ciao Rena noi viviamo 1 km distante dal centro di Verona, da noi ha farro solo qualche goccia d’acqua.. Verona è particolare piove solo sempre da una parte … anche sta notte era un temporale ho visto il fulmine ma nessun acqua… comunque noi stiamo bene… anche se un po d’acqua ci farebbe piacere

      "Mi piace"

  2. Ciao Rebecca. Trovo un minuto per un commento qui. L’antitesi “creazione-evoluzione” nacque in un tempo, il XIX secolo in cui scienza e fede “se la menavano”, e un Darwin che fece notare “guardate le mani di questa scimmietta, guardate come si gratta il capo, e il gorilla come ci somiglia (primati, scimmie antropomorfe- a forma di uomo- ecc. )al mondo della scienza non era parso vero: “l’uomo è un animale! Punto per noi, non è un essere nato per essere immortale, “quasi un angelo”; e’ un animale che dal ramo dei primati si e’ evoluto un po’ di piu’, e basta”. Poi su scala piu’ larga- non solo riguardo all’uomo e agli animali o alle piante), un altro goal per la scienza (che lei si e’ attribuita), lo hanno segnato i fisici. “L’universo è nato da un puntino di massa densissima, e ancora si sta espandendo, il Sole è una stella fra miliardi (non “il luminare del giorno” per la Terra) la Terra è solo un globo roccioso fra tanti- ora anche attorno ad altre stelle-, quindi “non Dio creo’ il cielo attorno alla terra, ma la terra formatasi in cielo dall’impatto di miliardi di asteroidi e comete che si sono aggregati.”…
    Tutto vero secondo la scienza, e anche secondo me. Io pero’….non trovo nessun contrasto, fra evoluzione e creazione. “Creazione” sta per “il prodotto di un pensiero”: Leonardo: “mi dipingo la gioconda” (come a dire “creo l’universo” l’universo, nella mente di Dio, una Idea). Pero’ Leonardo ci ha messo anni, prima un abbozzo, poi un’altro. Creazione: l’idea. Evoluzione, la realizzazione, nel tempo, di questa idea. Anche una casa va per evoluzione, ma sulle direttive del progettista (il creatore). Una pianta cresce in un secolo (evoluzione), ma uno (seminatore od uccellino che sia ) ci ha messo un seme (creazione). Pensa alla lenta evoluzione tecnologica, dalle capanne ai grattacieli, dal carro ai veicoli di oggi, in secoli. Il cambiare degli stili nella moda e nell’arte. E’ tutta evoluzione.

    Anche i “sette giorni della creazione”- la settimana esisteva già’ per tradizione-” vanno intesi come delle fasi che, nel tempo, equivalgono a milioni di anni. “la terra era una massa informe e vuota, e sulle acque aleggiava lo spirito di Dio..”. Ed e” vero, la superficie della Terra agli inizi era buia, perche’ la sua atmosfera non lasciava passare la luce del Sole. “e sulle acque….” Acqua e densi vapori coprivano tutta la Terra….”. – “e dio disse, si separino le acque inferiori dalle acque inferiori, e compaia ‘asciutto..”. Le nubi (le acque superiori, tanto vapore acqueo e goccioline) si diradarono, e si creo’ una distanza fra il mare e le nuvole. “e compaia l’asciutto”. E sono le terre emerse. Pensa a Dio che avesse in mente tutto questo nell’Eterno , “voglio creare un universo dove scorra il tempo” – il principio creativo e che, *nel tempo, tutto questo si sia realizzato in miliardi di anni, nella evoluzione. L’evoluzione nel tempo è un fiume, la creazione è la sorgente, l’idea prima. Non ci vedo nessun contrasto. Poi, che l’uomo somigli alla scimmia, sia esso stesso un primate, i fa pensare a “l’uomo fu tratto dalla terra, dal fango. “Da livelli interiori”. Innegabile che noi abbiamo una “base animale” (mangiamo, beviamo, ci riproduciamo, fisicamente moriamo, abbiamo gli stessi organi interni di animali (fegato, sangue, reni, cuore, pancreas..). Normale che l’origine fisica dell’uomo si appoggi a qualcosa di precedente, come dice Darwin. Ma non c’e contrasto con un piano trascendente per l’uomo, per l’universo. La Bibbia e la scienza sono d’accordo su una cosa almeno: “facciamo l’uomo…ecc. ecc…, sesto giorno”. Per la evoluzione, “l’uomo è “l’ultimo arrivato”. Come nella Genesi. Bella coincidenza (?) eh? Ciao 🙂

    Piace a 1 persona

  3. “Basta leggere l’Antico Testamento della Bibbia per capire chi è veramente Dio. (Penso che la Bibbia sia un libro degli antichi filosofi per opprimere l’umanità). Intanto anche la Chiesa cattolica dice che Dio ha usato l’evoluzione a suo vantaggio…”. Questo si’, ma da sempre il potere strumentalizza la religione e Dio (o la fa propria, come il “Gott mt uns” dei nazisti” o “allah e’ con noi” degli integralisti islamici), ma questo è dovuto alla dimensione esclusivamente umana, in quanto umana limitata, e da tale limite nasce anche l’idea sbagliata di Dio (in cattiva fede e anche in buona fede, in buona fede la mia mamma mi diceva “dio ti punisce” se non vai a messa; anche ella aveva una idea sbagliata di Dio). “Se Dio fosse buono non ci sarebbe violenza” (che esiste anche fra gli animali). Ma non c’entra l’indole di Dio, se mai l’imperfezione del mondo materiale, della mente umana. Mettiamo che Dio ci abbia creato (anche partendo dall’egittopiteco, una antica scimmia, dicono,) con la libertà di scegliere fra bene e male. Ecco il “peccato”, la scelta del male, in qualunque forma.
    Pensa a questa cosa strana: l’uomo è l’unico “animale” conosce concetti come “bene”, “male”, “giusto”, “ingiusto” , o idee come “crescita interiore”, “diventare più’ buono…”. Pensa poi che vero, l’uomo si inventa una religione, scrive una bibbia, o un corano, elabora delle filosofie. Ma è l’unico “animale” che lo fa, che si chiede “che senso abbia la vita”, o se “c’e uno scopo finale. E’ l’unico, almeno su questo pianeta, ad avere capacità di scelta. Ciao 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Carissimo Livio, ho letto tutto con molta attenzione quello che hai scritto, io personalmente a riflettere su i fatti concludo che Dio e una favola per adulti. Anche la Bibbia è scritta dall’uomo, basta leggerlo per capire.

      Sulla terra vivano chi sa quante specie, uno di questi specie siamo noi. Noi possiamo pensare logicamente. crediamo di essere fatto al immagine di un Dio. Mi viene da ridere, quando immagino Dio come era descritto nel vecchio testamento allora non ho dubbi sul fatto che noi siamo stato creato da un essere violento e presuntosi… ( lo dico ironicamente) Basta vedere come ci comportiamo, non abbiamo mai imparato qualcosa dal passato, ripettiamo sempre i stessi sbagli ecc

      l Dio dal vecchi testamento non ha nulla d’affare con un Padre amorevole che ama le sue creature.. Povero Dio pure sacrifica il suo figlio e noi con il nostro piccolo cervello interpretiamo questo gesto come amore divino…

      Da qua si capisce che l’essere umano e un prodotto di evoluzione.. Sopratutto siamo incapaci di gestire, e inresponsabile verso gli altri essere viventi… Siamo stati chiamati homo sapiens ma di sapienza abbiamo poco

      bussi Rebecca

      "Mi piace"

      1. Bussy, poi ti rispondo.ero all’ospedale (niente di grave) per una settimana, ora sto da un fratello, e argomentare di bibbia ed evoluzione con il cellulare non vien tanto bene. Ancora bussy, a presto ciao 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Ah, questo covid..io senza lo stabile ospedaliero non potevo stare. In ospedale ci sono sempre dei rischi (da sempre, non solo il covid oggi), ma un ricovero quando serve, serve. Anzi, mi dispiace perché non sono stato ricoverato la prima volta, o la seconda. Ciao bussy 🙂

        Piace a 1 persona

  4. Ciao Rebecca. So come la pensi, sul Dio della Bibbia. Il mio commento, seppure cita la Bibbia (ma avrei potuto aggiungere “corano” o altri testi religiosi che, nel modo giusto o sbagliato, “parlano di Dio”. Chiaramente è un dio visto con i filtri della visione umana. Poi tu sai che io sono il primo a pensare che la Bibbia non vada presa alla lettera (ma calarsi nella cultura umana e tribale di allora!); Il mio commento voleva solo sottolineare il mio pensiero: secondo il mio pensiero, partendo da un ragionamento teorico (avrei putto non scrivere “bibbia”, il significato del ragionamento è invariato), creazione ed evoluzione NON sarebbero in contraddizione. Ossia Dio (o “mente cosmica” come la vuoi chiamare) che esiste in una dimensione eterna. Poi, da questa mente, nasce una “dimensione temporale, o tante linee temporali), nella quale, o nelle quali, con lo svolgersi del tempo, avvengono delle evoluzioni: “la terra era una massa informe e vuota”, “si formarono i mari”, “si formarono gli animali…””, “comparve l’uomo”, in molto tempo con la materia che si organizza, nel tempo, o il tempo che scorre con l’organizzarsi della materia – gli eventi che si succedono danno luogo al tempo. Nessun teologo, oggi, ti dice piu’ che al Terra, e l’uomo, sono nati di botto. Ma, nella dimensione temporale, od immanente, tutto secondo una lunga evoluzione. Senza che, per questo, si debba negare un principio creatore all’origine. Poi, il dio vendicativo e’ come l’uomo lo immagina nel suo limite. Gia’ gesu’ cristo ci parlava di un dio molto piu’ buono (ricordate che vi fu detto…. mentre io vi dico…). Piu’ ci avviciniamo alla onta’, piu’ ci avviciniamo ai principi del creatore, insomma. Ciao 🙂

    Piace a 1 persona

    1. conosci la canzone di Nomadi “Il Fiore Nero” ,,, una canzone molto bella, ti da la possibilità di riflettere su alcune cose… poi c’è una frase “Come Dio sotto la religione” …. Dio non e la base di un supremo, l’essere umano ha bisogno prima una religione per mettere Dio sotto di essa.. Ogni religione o credo pensa che la sua religione sia quella giusta … Dio qui non centra proprio, forse anche per il fatto che non esiste un onnipotente. Le libri e guide sulle religioni sono scritte dagli essere umani, ognuno la interpreta al suo modo queste scritture, ma nessuno applica al meno 2 % nella propria vita… e Dio sene sbatte per il semplice fatto che non esiste.. Siamo poveri creduloni e ripetiamo quello che ci dicano gli altri …

      Bussi caro Livio

      "Mi piace"

  5. Ciao Rebe’, sto bene. Cosa avevo? Una infiammazione all’apparato digerente, gastroenterite e cose del genere. Tutto risolto, sembra.
    ““Come Dio sotto la religione” . Ma certo, tutti i miei commenti, con parole simili o diverse, girano su questo, che l’uomo è limitato e vede “dio” con i suoi limiti, usa la religione per il potere. Ma questo non vuol dire che una mente suprema e/o spirituale non esista. Sul bisogno (non solo per il potere ma il bisogno di ognuno di noi, che ci sia qualcosa dopo la morte ecc.) ti scrivo che non esiste una equazione tipo “l’uomo di questa cosa ha bisogno, dunque questa cosa non esiste”. Lo scrivo perche’ ho notato che molti materialisti, anzi tutti i materialisti, fanno leva su questo, perché’ secondo loro è un ragionamento che non fa una piega: “l’uomo ci crede perché’ ne ha bisogno”. Questo è psicologicamente vero; ma non basta a smentire l’esistenza del soprannaturale. Poi se l’uomo mette questa idea “sotto la religione”, è un fatto storico, politico, umano e chi piu’ ne ha piu’ ne metta. “e Dio sene sbatte per il semplice fatto che non esiste….”. Non lo sappiamo; non sappiamo se esiste o no, ma non possiamo avere la certezza che tutto finisca qui. Che senso ha- prendo me per esempio – che io mi impegni a diventare migliore, piu’ buono, piu’ saggio se, a 67 anni e passa, fra dieci anni non saro’ piu’ nulla? Non ha nessun senso. “Trasmettere la nostra saggezza ai figli?” Anche loro saranno nulla. Un aldila’, di tipo occidentale (mondo spirituale) o orientale (reincarnazione ed evoluzione in piu’ vite) , darebbe molto piu’ senso a tutto.
    Vuoi ridere? Mio fratello mi disse “tu citieni all’aldila’ perche’ sei da solo, non hai trasmesso i geni ai figli, non rimane niente di te, e per questo ci tieni a che ci sia qualcosa…”. “No, Ignazio, ti sbagli, facevo questi ragionamenti gia’ a 15 anni, la mia situazione di scapolo non c’entra, e poi trasmettere il dna ai figli, lasciare ricordo di se’ NON E’ ALDILA’; il fatto che tu, se io sono morto, mi pensi, non e’ sopravvivenza, è solo il tuo cervello che ricostruisce la mia figura, generandoti dei sentimenti. Ma a te. L’aldila’ e’ la sopravvivenza della mente, non è “essere ricordati da qualcuno”. I figli sono altre persone, altre entità ‘, altri individui. Quando anche io venissi clonato, crescerebbe un individuo identico a me, ma sarebbe comunque un altra entità individuale, L’aldila’, o c’e o non c’e: ma non è il solo ricordo. Questo, sappiamo, che esiste, e facciamo bene a ricordare i nostri cari. Ma non è continuazione di esistenza. “continuazione dell’esistenza”. Io ci spero, anche se dio e’sotto la religione.
    Battutina: Io non ci spero sotto la religione, ci spero..da autodidatta. Sono un credente strano io, non partecipo a messe, non seguo riti. Un credente che vuole il suo spazio..di libero pensiero. Bussy 🙂

    Piace a 1 persona

    1. Cioa Livio mi fa piacere che tu ora stai meglio bussi… Tu hai scritto (“dio” con i suoi limiti, usa la religione per il potere) ma io dico le religioni usano il potere o meglio vogliano che noi crediamo in un supremo, …. io da anni ero sempre in cerca di capire chi e veramente Dio, ma la maggior parte delle religioni mettono prima la loro religione e poi si parla di Dio… Noi cristiani abbiamo come base la bibbia, secondo me questo libro è ideato da umani, Dio nella bibbia viene descritto come presuntuoso, vendicativo è a volta anche infantile e sopratutto si mostra come un tiranno basta leggere l’antico testamento … il fatto della morte penso nessuno vuole accettare il fatto che la vita finisce cosi, tutti abbiamo la voglia di vivere per sempre, e cosi sono nati varie favole come sarà la vita dopo la morte.. sin da piccoli ci viene insegnato che i buoni vanno nel paradiso e i cattivi nel inferno… perciò il paradiso rimane vuoto e tutti andiamo nel inferno perché siamo tutti peccatori chi più e chi meno… non credo un DIO amorevole punisce solo per divertirsi… io ho accettato che la vita deve essere vissuta finché si vive, nessuna sa cosa succede veramente dopo la morte, i nostri corpi vanno in decomposizione, questo e certo … se abbiamo un’anima o siamo una anima vivente è ancora sotto discussione.. comunque la bibbia parla degli anime viventi, non è scritto che l’uomo ha una anima… su questo argomento ci sono troppe confusioni … è inutile fantasticare .. io devo ringraziare ai tdG di avermi fatto capire alcune cose sulla Bibbia, non credo che esiste un buon DIO… abbi una buona serata bussi ♥

      "Mi piace"

      1. (seguito) Si’, ma se un “supremo” (una intelligenza cosmica, una mente universale, che non c’entra con le religioni) non esiste, se noi siamo solo animali e dopo questa vita non c’e niente, pensa che senso avrebbe esistere. Non ci sono conferme, ma indizi. Se ti addentri appena appena nella fisica delle particelle (anche se li’ i fisici parlano spesso di casualità, a me non sembra) ti accorgi che il caso da solo non puo’ generare il protone, che e’ fatto di tre quark, due che “girano” in un modo detto “up”, e uno nell’altro detto “down”, ne’ la proporzione con il neutrone che ha due quark down e uno up e la massa dei down e’ piu’ grande, quindi spaccando un neutrone ne vengono fuori un protone, un elettrone e un antineutrino (ottenuto dalla massa in piu’ dei quark down, e per fare questo spuntano delle particelle come le w e le z delle interazioni cosiddette deboli); i quark per esere tenuti insieme in un protone hanno bisogno di un bosone detto gluone (ci ha pensato il caso?). Il protone ha massa 1800 volte quella dell’elettrone, ma l’elettrone ha la stessa carica elettrica come quantita’- anche se 2000 volte piu’ piccolino, e di segno negativo e le cariche si bilanciano. La forza elettromagnetica fa’ si che gli atomi, seppure distanti fra loro, “si tengano assieme”, per questo un pezzo di ferro è cosi’ compatto, gli elettroni sono attirati dai protoni ma ad un certo punto respinti dagli elettroni e i protoni, dai protoni, e quindi resta uno spazio interatomico anche nel materiale piu’ denso. Ora, se il caso riesce a generare tutto questo (e ci sono gli antiquark, gli antielettroni, il bosone di higgs, il fotone con caratteristiche precise , e pensa che tralascio molte altre cose) pazienza; ma io non credo. Se con un ragionamento (equazioni) si scova una particella nuova, allora c’e dietro un ragionamento che ha calcolato la particella, la sua necessita’ (senza un certo tipo di quark, o di fotone o di neutrone, con quelle caratteristiche, noi non esisteremmo). O l”universo si genera da se’ da sempre (allora è lui il “dio”) oppure esiste una realtà’ superiore a quella fisica di cui quella fisica è “figlia”. Come puoi leggere, io non ti scrivo “lo dice la bibbia” ma “me lo suggeriscono queste cose”, che una mente universale forse esiste. Ciao, bussy 🙂

        Piace a 1 persona

      2. Non so cosa dire, quando ero molto legsato alla cultura degli nativi americani, sentivo spesso questo forma di un supremo una forza nella natura… quando ho iniziato a leggere approfondito nella bibbia mi sono reso conto che questo libro non può essere ideato da un essere intelligente, amorevole supremo… e con questo ho trovato la mia conclusione che non ci credo in un Dio come viene presentato dalle religioni… e poi preferisco confidarmi a me stesso è al mio istinto naturale.. preferisco vedere un supremo nella natura che mi regala giorno dopo giorno belle emozioni… questi belli emozioni fin ora non ho trovato in nessuna religione che parla di un Dio amorevole…. ciao Livio bussi ♥

        "Mi piace"

Rispondi a semprecarla Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...